RYOJI IKEDA

LA SCALA DELL’UNIVERSO

DI ALEXANDRA GILLIAMS

Un’ampia veduta sull’universo si trova quest’anno all’interno delle mura dell’Arsenale della Biennale di Venezia. Data-verse 1, opera di Ryoji Ikeda, unisce, senza soluzione di continuità, arte e scienza, invitando gli osservatori a trovare sé stessi immergendosi nelle tante sfaccettature della natura che dà forma all’universo, dal microscopico al macroscopico.

Ikeda, giapponese di base a Parigi, è un artista visivo e compositore che nelle sue opere fonde insieme scienza, arte visuale e suoni. Lavora con l’elemento visuale nel modo in cui farebbe un compositore, elaborando dati attraverso precisi programmi di analisi computerizzata che li trasformano in strutture visive.

Per Data-verse 1, Ikeda assieme a un team di ingegneri ha manipolato dati scientifici open-source provenienti da organizzazioni come il CERN e la NASA e progetti come quello sul Genoma Umano. L’ampia raccolta di dati è stata quindi elaborata in visualizzazioni ad alta definizione e in una colonna sonora elettronica che colloca lo spettatore su un piano inferiore, superiore e allo stesso tempo umano. Qui ci troviamo tra il micro e il macroscopico, elementi che compongono il nostro pianeta immerso nel cosmo. Può essere difficile cogliere appieno la quantità sbalorditiva di materiale contenuto nelle proiezioni in rapido movimento, ci si rapporta a qualcosa che restituisce una sensazione simile a quella che si prova davanti a momenti che tendono a sfuggirci: l’intero universo scorre attraverso un diluvio di informazioni lungo 11 minuti.

In un mondo sempre più digitalizzato, i dati vengono costantemente creati, trasmessi, condivisi, raccolti, venduti e rubati su vasta scala. Questo progetto, tuttavia, non si rapporta coi pericoli della raccolta dati. Piuttosto, Data-verse 1 colloca le informazioni a livello umano: tutto diventa invitante anziché illusorio e intimidatorio. Ikeda preferisce che lo spettatore sia davvero immerso nelle sue installazioni al fine di sviluppare i propri pensieri piuttosto che spiegare esplicitamente ciò che i suoi progetti dovrebbero rappresentare.

In questo “universo di dati”, le sfaccettature nascoste della natura che potrebbero altrimenti essere state considerate come informazioni a uso esclusivo degli scienziati o troppo complicate per essere approfondite, si trasformano in display ipnotizzanti. Questo flusso travolgente richiama visivamente le immagini che si possono trovare in un film di fantascienza: sequenze di ciò che sembra una quantità infinita di pile di dati sovrapposte, che si spostano e si uniscono al suono di un ticchettio digitale. Le immagini e i testi fluttuano; alcune forme appaiono indecifrabili, tecnologiche e pochi secondi dopo si espandono e si contraggono in immagini e topografie naturali.

In un mondo basato sui dati, Ikeda fornisce una sovrapposizione tra organico e tecnologico, ricordandoci gli elementi naturali che compongono il nostro universo che vengono poi raccolti e tradotti digitalmente. Le immagini si trasformano seguendo ciò che viene descritto come un “asse temporale”. L’ampiezza delle informazioni assorbe lo spettatore immerso in piedi nel buio e lo spazio e il tempo improvvisamente scivolano via. Eppure, quando siamo inondati di informazioni provenienti da microscopiche esplosioni di protoni attraverso flussi di elementi visivi che si ingrandiscono a scalare fino alle stelle, ci viene ricordato del tempo come di un elemento che costruisce, sposta e manipola l’esistenza come la conosciamo. E la nostra esistenza, per come essa appare, è molto più complessa di quanto tendiamo a realizzare.

All Images > Ed Atkins Old Food, 2017-19 58th International Art Exhibition – La Biennale di Venezia, May You Live In Interesting Times, Photo by: Avezzù, Rondinella, Galli, Salvi – Courtesy: La Biennale di Venezia


PUBLICATION LISTED IN THE ITALIAN PRESS REGISTER BY THE SASSARI COURT OF LAW WITH REGISTRATION NUMBER 447/2017.
EDITOR IN CHIEF: ALICE ZUCCA

ULTIMO ARTICOLO



ULTIMO POST SU INSTAGRAM @XIBTMAG
NON PERDERE GLI
E NON DIMENTICARE DI SEGUIRCI SUI SOCIAL

PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOSTRE NEWS

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google
X