UkronUna Modesta Proposta per risollevare l’Economia

A cura di Giorgia Basili

22 giugno 2018

Ore 16:00 Villa Borghese, Roma ( appuntamento al Pincio, davanti all’Orologio ad Acqua)

Il collettivo artistico Dusty Eye, viaggiando nel Futuro, ha riportato nel Presente un ambizioso bottino. Molti milioni di Ukron, la prima moneta globale in vigore dal 2504 d.C. In barba alla moneta digitale Bitcoin, gli Ukron preferiscono vestirsi di preziosa carta filigranata e il loro valore è inestimabile! Un singolo Ukron corrisponde infatti a 1123,58 €. Venerdì 22 giugno verranno distribuiti e (ordinatamente, in rispetto dell’ambiente) seminati per il parco di Villa Borghese ben 20.000 Ukron, per un ammontare di 22.471.600 euro. Dopo due mesi di distribuzione anonima, questa sarà la prima semina di Ukron rivendicata. L’impresa non è semplice e serve il supporto di una Curatrice autorevole. Il Capitale verrà distribuito con l’ambizione di rilanciare le microeconomie locali, con l’implicita speranza di stabilizzare il mercato monetario globale. L’utopia che già sognarono Bono Vox e gli U2 quando chiedevano, fallendo, di “cancellare il Debito”. L’evento è appendice de Il Migliore Dei Futuri Possibili. I Dusty Eye riportano la testimonianza dei loro affondi nel Domani in formula di targhe commemorative e di suppellettili d’avanguardia o irresistibilmente vintage.

Un futuro di “ecoterrorismo”, esportazioni marziane e lunari, stampa e tipografie proibite, esecuzioni capitali di apolidi digitali. Nessuna esplosione solare, un susseguirsi di Medioevi e Rinascimenti ci attende all’orizzonte, assicurano i Dusty Eye, non rimane che fidarci! Durante uno degli ultimi “cronobalzi” sono entrati in possesso di una quantità sconvolgente di denaro ed essendosi sempre voluti tenere lontani dal Profitto hanno deciso di distribuirloequamente. Alcune banconote sono comparse a macchia d’olio in Italia (Arezzo, Mestre, Monti, Cimini) persino devolute in incontri programmati a Saluzzo, Torino, Milano, Bologna, Venezia. Altre sono state rintracciate a Parigi, Chester e in Tunisia sorpassando i confini nazionali, sconvolgendo le categorie spazio-temporali. Eppure mai prima d’ora questi magnanimi donatori erano voluti uscire allo scoperto per reclamare questo gesto di libera condivisione. Venerdì 22 giugno a Roma sarà possibile iniziare a mettere da parte una piccola fortuna, in vista del primo gennaio 2504, non mancate! Ps: gli Ukron non sono spendibili prima dell’anno 2504, portate pazienza.

 

X